FIABCI – International Real Estate Federation rappresentativa del settore privato e UN-HabitatFocal Point Nazioni Unite per lo sviluppo urbano sostenibile hanno il 15 marzo al MIPIM 2017 in Cannes firmato una Lettera d’Intenti finalizzata a estendere a livello mondiale la City Prosperity Iniziative (CPI), un modo innovativo e condiviso per valutare la sostenibilità urbana delle città e il loro progresso nel raggiungere gli obiettivi delineati dalla New Urban Agenda (NUA) approvata da Habitat III a Quito lo scorso ottobre e dai Sustainable Development Goals (SDGs) definiti dall’assemblea Generale dell’ONU a settembre 2015.  

La firma della Lettera d’Intenti è stata preceduta da un evento di UNHabitat al MIPIM, organizzato da FIABCI, riportato dal sito web di UNHabitat  -> goo.gl/x0oTRc 

“La CPI – dichiara Kirkor Ajderhanyan, Presidente Mondiale FIABCI – misurerà la sostenibilità economica, culturale, politica e ambientale delle singole città e regioni, non solo in termini  quantitativi sulla base di dati, ma altresì in termini qualitativi, consentendo,  con l’impiego di un  software online (citysvil.mesys.it) sviluppato da FIABCI, un’analisi qualitativa, motivata e partecipata fondata sugli stessi indicatori. 

Nostra finalità è dotare le autorità locali di un supporto tecnico efficace e globalmente condiviso utile a individuare strategie d’azione e soluzioni innovative nella pianificazione e gestione urbanistica e a favorire una maggiore cooperazione tra istituzioni governative, settore privato e società civile. UN-Habitat ha già stipulato accordi per applicare in oltre 400 città la City Prosperity Iniziative; numerose altre ne stanno valutando l’adozione, incluse New York, Madrid e Miami e in Italia, fra le altre, Milano, Firenze, Torino.  

Ritengo altresì particolarmente significativo che il ‘Global Launch of City Prosperity Initiative‘ sia avvenuto in occasione del MIPIM, poiché evidenzia come questi non solo promuova investimenti in campo immobiliare ma sia anche profondamente coinvolto nella crescita urbana sostenibile a livello globale.”

 

Share Button