Tavola Rotonda CREA

Fiabci Italia è stata lieta di ospitare alcuni importanti esponenti della CREA – China Real Estate Association e del Ministero cinese dell’Housing and Urban-Rural Development.
CREA è una organizzazione no-profit fondata nel 1985 e diffusa a livello nazionale,costituita da 2.300 membri incluse istituzioni e operatori di settore nel Real Estate, che si occupa principalmente di instaurare rapporti con attori pubblici e privati. CREA è uno dei Principal Member di FIABCI China e collabora attivamente in materia di politiche di sviluppo dell’industria del real estate.

La visita è stata voluta per dare modo di approfondire la conoscenza tra questi due importanti capitoli di Fiabci dopo il Congresso Mondiale che si è tenuto a Cipro nei giorni scorsi. Il programma di due giorni prevedeva una cena di benvenuto e una tavola rotonda.

La visita della delegazione cinese a Milano,inoltre, anticipa due importanti avvenimenti di rilevanza mondiale che avranno come sedela città: la Fiera EIRE – Expo International Real Estate che si terrà dal 7 al 9 giugno presso Fieramilano e l’Esposizione Universale – Expo 2015. La prossima Fiera EIRE – Expo International Real Estate, in particolare, rappresenta un importante momento di incontro per i professionisti del Real Estate per confrontarsi sulle nuove tendenze di mercato, attirare nuovi investimenti, presentare nuovi progetti e sviluppare e consolidare i network commerciali alla presenza di tutte le più importanti aziende italiane del settore. FIABCI, ed in particolare Fiabci Italia, si fanno promotori in questo prossimo appuntamento della promozione della comunicazione e delle opportunità di business sia per i players italiani che mondiali.

La tavola rotonda si è tenuta martedì 24 maggio, presso la Camera di Commercio di Milano. La tavola rotonda curata da FIABCI è il risultato dell’impegnativo e continuativo processo di collaborazione portato avanti da Fiabci Internazionale, sotto la Presidenza di Enrico Campagnoli, nell’ambito del 12esimo piano quinquennale dello sviluppo del settore del Real Estate in CINA secondo i principi di UNECE e delle Nazioni Unite in sinergia con il Land Management Group e il Real Estate Market Advisory Group della Commissione Economica delle Nazioni Unite. Al convegno hanno partecipato il Presidente, il Vice Presidente e il Vice Direttore CREA, il Consulente speciale del Ministero Cinese dell’Housing and Urban – Rural Development, il Presidente dell’Esat China Normal University Business School ed infine il Direttore dell’Istituto di Ricerca di Shangai E-House Real Estate.

Uno dei temi principali dell’incontro è stata l’analisi dello stato dell’arte del mercato immobiliare cinese, analizzato nella relazione presentata dal Presidente CREA LIU ZHIFENG in occasione del Congresso di Cipro, incentrata in particolare sulle politiche di sviluppo e sulla situazione attuale dell’industria del Real Estate in Cina, un settore in forte crescita. In quest’ottica, CREA, è interessata a potenziare gli scambi di esperienze ed expertise con esponenti stranieri occidentali su tematiche quali lo sviluppo del mercato del real estate attraverso un approccio eco-sostenibile in materia di energia e territorio e la promozione delle politiche abitative, per sviluppare, su queste basi, una mutua e proficua collaborazione.

Alla luce di questa situazione di grande dinamismo, nasce, anche per numerose imprese italiane, l’esigenza di allargare i propri orizzonti, attraverso la creazione di nuove partnership con i diversi attori dei mercati internazionali, con particolare attenzione a quello cinese. La tavola rotonda presso la Camera di Commercio di Milano è stata l’occasione per alcuni operatori e professionisti italiani di presentare le loro iniziative in Cina. Infatti numerosi imprenditori della filiera del Real Estate italiano stanno già operando attivamente e proficuamente nel mercato cinese e molti altri si sono dimostrati attivamente interessati ad avviare forme di joint venture che consentano scambi proficui di informazioni, competenze, opportunità e business fra la realtà italiana e quella cinese.

L’auspicio, dopo questi primi incontri a Cipro e a Milano, è che possano nascere e svilupparsi nuove esperienze di collaborazione, scambi culturali e business, in particolare attraverso il cappello comune di Fiabci, che portino benefici allo sviluppo del mercato del real estate nei due paesi.

Share Button

Leave a reply