Read it in: Inglese

1978 unbuildingFiabci vanta un particolare Status nei confronti delle Nazioni Unite, un rapporto iniziato nel 1954 e che si è andato rafforzando nel tempo.
Nello specifico Fiabci gode oggi dello Special Consultative Status con il Comitato Economico e Sociale delle Nazioni Unite (Ecosoc) e partecipa allo United Nations Center on Human Settlements (Habitat), il forum che cerca di individuare delle soluzioni alle problematiche abitative del mondo moderno.

Il ruolo di Fiabci presso le nazioni Unite è quello di fornire raccomandazioni e consigli su materie inerenti il diritto di proprietà, l’abitare dei poveri e il riciclaggio del denaro.

Attualmente la collaborazione fra FIABCI e l’ONU assume diverse forme:

• Consultiva
• Politica
• Iniziative di beneficenza
• Presenza di delegati FIABCI alle Nazioni Unite

  • Consultiva:

FIABCI è consulente delle Nazioni Unite riguardo le attività connesse al tema della proprietà. Le Nazioni Unite e nello specifico l’ECOSOC, stanno attualmente lavorando su una serie di questioni, quali regolamenti, co-proprietà, urbanizzazione, valutazioni, sicurezza delle transazioni, regole per l’accesso e l’esercizio delle professioni immobiliari.
E’ infatti essenziale che gli operatori del settore immobiliare siano rappresentati e apportino un contributo di esperienza e conoscenza. La globalizzazione ha raggiunto anche il mercato immobiliare, rendendo sempre più necessaria l’adozione di – Regolamenti internazionali – Codici Etici condivisi.
Regolamenti e normative che devono essere redatte con la consulenza di specialisti del settore e non da soli tecnocrati.

  • 1978 UN_General_Assembly_hallPolitica:

Fiabci si assume il ruolo di individuare politiche e strategie in materia di proprietà e di trasmettere queste informazioni alle Nazioni Unite. Questo è avvenuto per esempio in relazione al problema degli homeless o quello del mercato immobiliare e l’ambiente; su questi temi Fiabci ha pubblicato dei report a cui le Nazioni Unite fanno costante riferimento.
Attualmente Fiabci sta lavorando sul concetto di diritto di proprietà.
Nei secoli si è ritenuto che i diritti di proprietà coinvolgessero solo proprietari e locatari.
Attualmente, influenti economisti, interpretano i diritti di proprietà come la struttura portante di ogni comunità e una delle leve della prosperità.
Hernando de Soto, il famoso economista peruviano, spiega le differenze di sviluppo dei paesi in funzione della misura in cui sono stati capaci di trarre vantaggio dalla proprietà e dal possesso della terra, e la loro perizia nell’emettere atti di proprietà appropriati e semplici. Questo la dice lunga sull’influenza che la legislazione sui diritti di proprietà assume nell’economia di un paese.
A tal proposito Fiabci sta attualmente lavorando ad un “Libro Bianco” sui diritti di proprietà, che sarà presentato alle Nazioni Unite. Questo costituirà un capitolo importante della politica Fiabci.

  • Iniziative di beneficenza:

Fiabci promuove una serie di iniziative di beneficenza connesse al mondo immobiliare.
Uno di questi programmi è stata la creazione del Global Housing Foundation e la costruzione di decine di case in Nicaragua, in collaborazione con le Nazioni Unite.
Sviluppo sostenibile è un concetto che include i capitoli: i problemi dei senzatetto, i diritti di proprietà, l’ambiente e i codici etici.
Questa è la vera sfida per una economia mondiale “non esclusiva”
Questo è l’argomento di accordi tra governi, imprese e le Nazioni Unite all’interno dell’impianto del cosi detto “Global Compact”.
Fiabci è giustamente orgogliosa di essere stata e continuare ad essere l’avanguardia su queste tematiche che richiedono la coesistenza di altissimi livelli di professionalità e il desiderio di essere utili ai propri simili.
I soci Fiabci possono essere orgogliosi dell’organizzazione a cui appartengono per questa sola ragione.

  • Delegati FIABCI alle Nazioni Unite1978 unitednations

Numerosi membri FIABCI partecipano come delegati alle sessioni delle Nazioni Unite riguardanti le tematiche del Real Estate.

New York
• Alexander Romanenko (RU)
• Judy Shenefield (US)
• Elizabeth Belenchia (US)
• Enrico Campagnoli (IT)
• Calvin Lindberg (CA)
• Sheldon Good (US)
• Savaldor Sacal Cababie (MX)

Geneva
• Adriana Campagnoli (IT)
• Jean Marc Levet (BE)
• Dinos Michaelides (CY)
• Jean-Pierre Weyermann (CH)
• Martin Von Hauff (DE)

Vienna
• Alfons Metzger (AT)
• Antonia Wirth (BG)
• Hendrik Nelde (BE)
• Yiannis Antoniou (CY)
• Telman Abbasov (UA)

Regional Offices
• Africa – BJ Patunola Ajiyi (NG)
• Europe – Enrico Campagnoli (IT)
• Latin America – Flavio Gonzaga (BR)
• West Asia –Mahmoud ElBurai(UK)
• Asia-Pacific – Yu Kee Su (MY)
Department of Public Information (DPI)
• Alyssa Nightingale (US)
• Alexander Romanenko (Ru)
• Felipe Correa (CO)
• Danielle Grossenbacher (US)