La Ricerca di una visione. Jeremy Rikfin al congresso Fiabci

Read it in: Italian

Il 14 World Congress Fiabci che si terrà in Lussemburgo dal 17 al 22 maggio si preannuncia ricco di interventi di grande spessore culturale e dalla visione internazionale.

Fra i contributi più attesi senza dubbio quello di Jeremy Rifkin economista, sociologo e attivista ambientale americano, presidente e fondatore della Foundation on Economic Trends di Washington.
Professore presso la prestigiosa Wharton School e scrittore prolifico, Rifkin si occupa, da sempre, degli effetti ambientali, sociali, economici e culturali delle nuove tecnologie. E autore di numerosi articoli e libri, tradotti in più di venti lingue.
Nel suo ultimo testo “La Terza rivoluzione industriale” Jeremy Rifkin preconizza un futuro “green” dove non ci sarà più bisogno di combustibili fossili o energia nucleare , ma esisterà una rete di edifici “verdi” che produrranno energia da fonti rinnovabili, acquistandola, vendendola e condividendola fra loro.

25073_jeremy-rifkin_440x260
Grazie alla combinazione fra nuovi strumenti di comunicazione e energie rinnovabili si arriverà al crollo del sistema finanziario attuale e alla creazione di un nuovo ordine societario. Una vera e propria rivoluzione economica legata alla nascita e all’impiego di nuove tecnologie diffuse e incentivate dai moderni strumenti di comunicazione.
Nel suo ruolo di consulente per l’Unione Europea ha tracciato le linee di una roadmap che dovrebbe condurre ad una economia competitiva sempre meno basata sul carbone.

I cinque pilastri per questo cambiamento sono:

1. Un utilizzo sempre più massiccio delle energie rinnovabili;

2. rasformazione del patrimonio edilizio in mini centrali per produrre energie rinnovabili;

3. Sviluppo di tecnologie che consentano di immagazzinare il surplus energetico prodotto dagli edifici;

4. Utilizzare la tecnologia Internet per trasformare la rete elettrica di ogni continente in un network nel quale milioni di edifici collegati tra loro possono vendere e condividere qualsiasi surplus di energia tra loro.

5. Integrazione del sistema dei trasporti in questa rete.

Anche se attualmente, questo progetto può sembrare difficile da realizzare Rifkin sostiene che l’abbassamento dei costi della tecnologia porterà ad un nuovo modo di pensare, lavorare, fare affari e quindi “una nuova umanità”.
Sarà un cambiamento epocale al quale nessuno potrà sottrarsi.
Per ulteriori informazioni sul Congresso e per iscriversi, www.fiabci65.com

Share Button

Leave a reply