Mipim Hong Kong 2012

Il Mipim Hong Kong si è svolto dal 7 al 9 novembre presso l’Hong Kong Convention and Exhibition Center. Questa 7° edizione si è sviluppata su circa 5500 m² di spazio espositivo tra sale conferenze e aree di networking, e si è focalizzata sugli investimenti e il commercio al dettaglio con una zona dedicata all’edilizia sostenibile. Con 44 paesi rappresentati, MIPIM Asia si è confermato quindi come l’appuntamento annuale di primo piano del settore immobiliare per chiunque operi in questa regione.
Il successo registrato anche quest’anno dal Mipim Asia ha sottolineato il dinamismo del mercato immobiliare in quest’area, in particolare per quanto riguarda l’ambito retail.
Filo conduttore dell’intera manifestazione è stata una riflessione sull’orientamento e le prospettive attuali del mercato; uno degli speaker Dr. Yuwa Hedrick-Wong, Professore di International Business alla University of British Columbia, ha affermato che la crescita del poter di acquisto della classe media sta interessando anche l’ambito immobiliare con enormi potenziali di crescita per il settore. Proprio per facilitare la discussione e il networking fra investitori istituzionali, fondi di investimento e vari attori dell’ambito pubblico e privato, quest’anno il MIPIM Asia ha presentato un nuovo programma dedicato agli investimenti indiretti intitolato “LPs Morning“.
Attraverso una serie di incontri mirati con colleghi, partner ed investitori, il presidente Fiabci Giancarlo Bracco ha promosso le eccellenza del settore immobiliare italiano, cercando di fare comprendere appieno le unicità del nostro paese e la qualità delle proposte presentate.
L’obiettivo è stato quello di sottolineare con forza i punti di forza del made in Italy, cercando di stabilire nuove sinergie, opportunità di business e network con l’intento di arrivare nel prossimo futuro di creare una vera e propria piattaforma esclusiva che metta in contatto i diversi attori del RE internazionale così da sfruttare le potenzialità e le risorse offerte dal mercato asiatico.
Il boom economico che da oltre un decennio coinvolge le economie asiatiche ha creato grandi ricchezze e ha portato alla nascita di un nuovo ceto di famiglie benestanti, il cui bisogno primario è quello di garantire ai figli un’istruzione di qualità, un’assistenza sanitaria adeguata e assicurare loro un futuro.
Per questa ragione milioni di famiglie hanno cominciato a guardare all’estero: alla Gran Bretagna in primis e a paesi come la Francia, gli Stati Uniti e il Canada, come luoghi d’elezione dove poter acquistare casa e stabilire la propria residenza. Questa domanda rivolta al settore immobiliare, vede l’Italia fra le mete privilegiate per gli investitori stranieri, ponendo la necessità che il nostro paese si adegui sia in termini di qualità dell’offerta che di strumenti legislativi per favorire l’ingresso di persone e di capitali.
Proprio in quest’ottica il Sig. Bracco ha avuto una serie di incontri proficui con rappresentanti della Camera di Commercio Italiana ad Hong Kong e dell’Italian Trade Commission, che si sono offerti di cooperare insieme al fine di promuovere i valori chiave propri dell’identità del nostro Paese per portare avanti un nuovo concetto di sviluppo che metta al centro il settore immobiliare e le sue potenzialità di propulsore economico e creatore di business e lavoro.
Il Mipim si è confermato quindi quale momento fondamentale per creare nuove sinergie e legami di business e per valorizzare le iniziative, la realtà Fiabci e le specificità italiane, accrescendone la visibilità a livello internazionale.

Share Button

Leave a reply